logo

Gel o Semipermanente? Ecco come scegliere

Gel o Semipermanente? Ecco come scegliere

Sei mai stata indecisa su quale tipo di manicure sia meglio per te?

Molte persone preferiscono cambiare il colore dello smalto più volte durante la settimana, abbinandolo al proprio outfit, al make up o all’umore di quel giorno; altre, amano avere una nail manicure che possa durare il più lungo possibile, per avere mani curate e impeccabili fino a 4 settimane.

Se anche tu desideri prenderti cura delle tue mani e avere una manicure impeccabile e che duri a lungo oggi è possibile!

Ecco alcuni consigli che potrebbero aiutarti a fare la scelta giusta tra il gel e il semipermanente.

 

 

Tutto ciò che devi sapere su queste tecniche

Prima di scegliere quale trattamento estetico fare è importante conoscere la differenza tra gel e semipermanente.

Lo smalto semipermanente è un prodotto flessibile, brillante, resistente ai graffi che dona alla manicure un aspetto bello e curato per circa 4 settimane.

Rispetto allo smalto tradizionale, dopo l’applicazione deve essere polimerizzato in lampada UV Led. E’ un tipo di trattamento che viene consigliato dalle nail artist per chi desidera un colore perfetto e duraturo sulle unghie.

Il gel invece, essendo meno flessibile dello smalto semipermanente e più duro, è il prodotto ideale per chi vuole fare una ricostruzione, un allungamento.

Rispetto al semipermanente, il gel corregge la forma e le irregolarità dell’unghia naturale quindi è più adatto a chi desidera risolvere le imperfezioni dell’unghia.

 

Dura più il gel o il semipermanente?

Forse non lo sai ma il gel e il semipermanente sono formati dalla stessa materia prima.

Pertanto, la durata dello smalto è uguale a quella del gel che è pari a circa 4 settimane,

sempre se applicati nel modo corretto e soprattutto se l’unghia naturale risulta sana.

 


Gel o semipermanente: quale scegliere?

Scegli il semipermanente se hai un’unghia naturale sana e corta, cioè che abbia un colorito roseo,

che sia liscia e levigata, flessibile ma resistente.

 


In questo caso la scelta del semipermanente è perfetta perché avrai la soddisfazione

di avere unghie sempre in ordine.

Se, invece, vuoi un allungamento allora non è la tecnica adatta perché, rispetto al gel

è molto flessibile e quindi non reggerebbe.

 


Se invece sei onicofagica (mangi le unghie), desideri una determinata lunghezza,

vuoi correggere la forma dell’unghia, oppure hai unghie deboli, fragili, che si sfaldano e presentano

avvallamenti e solchi, allora devi scegliere il trattamento in gel, perché potrà soddisfare le tue richieste e la durata.

 

 

Come rimuovere il gel e il semipermanente

Dopo aver fatto una valutazione dettagliata sullo stato di salute dell’unghia naturale per scegliere quale

trattamento fare tra gel e semipermanente, è importante sapere anche in che modo avviene la rimozione dei due prodotti.

Il semipermanente può essere rimosso tramite una lima oppure attraverso l’utilizzo di uno specifico solvente.

Fate attenzione al solvente che utilizzate! L’utilizzo di solventi aggressivi potrebbero danneggiare l’unghia naturale disidratandola.

Quindi, per evitare di rovinare l’unghia rivolgetevi alle professioniste del settore, sapranno scegliere il prodotto più adatto per salvaguardare l’unghia.

Il gel invece, si rimuove attraverso l’utilizzo della fresa per unghie.

Anche in questo caso non improvvisate ma fate svolgere il lavoro ai professionisti.

 

 

Come possono rovinarsi le unghie?

Innanzitutto precisiamo che sia il gel che il semipermanente sono prodotti sicuri e non danneggiano le unghie.

Le unghie potrebbero rovinarsi se il gel o il semipermanente vengono utilizzati in maniera impropria da persone non esperte. Se viene fatta una male esecuzione dei prodotti sia durante l’applicazione che nella rimozione, questi fattori saranno responsabili dei danni che verranno provocati sulle unghie.

 

Gli errori più frequenti nella rimozione dello smalto

Le cause più comuni sono 2: eccessiva limatura e utilizzo scorretto della fresa.

L’eccessiva limatura si riconosce con facilità: se dopo aver rimosso lo smalto, l’unghia che si trova sotto

il prodotto è più sottile rispetto alla ricrescita dell’unghia allora vuol dire che è stata limata troppo oppure è stata utilizzata una lima troppo aggressiva.

 


È importante scegliere le lime giuste e le punte per fresa più adatte in base alla quantità

di prodotto applicato senza andare a toccare direttamente l’unghia naturale.

 

Puoi utilizzare una lima grana grossa (80-100) oppure le punte per fresa con anello blu o verde se stai rimuovendo il gel, l’acrilico o l’acrigel.

Puoi utilizzare invece una lima grana media o fine (150-180) o le punte per fresa con anello blu o rosso se stai rimuovendo la base rubber o il semipermanente. 

Devi fare molta attenzione ad usare la fresa anche durante la dry manicure in quanto potresti creare dei tagli sulla pelle con le forbicine, le tronchesi, oppure creare dei solchi sulla matrice dell’unghia.

Prima di utilizzare la fresa ti consigliamo di seguire un corso in modo tale da avere tutte le nozioni fondamentali per evitare di creare eventuali danni all’unghia naturale.

 

Pro e contro: meglio il gel o il semipermanente?

vantaggi del semipermanente sono: la possibilità di cambiare spesso il tuo nail look, il costo del servizio economico e il tempo da dedicare ridotto, perché bastano circa 30 minuti. Ti consigliamo però questo trattamento solo se hai unghie sane e forti.

Uno svantaggio del semipermanente è che le unghie devono essere corte e non si possono correggere eventuali imperfezioni dell’unghia naturale.

Se invece hai unghie problematiche oppure vuoi avere una forma e lunghezza specifica allora ti consigliamo il gel.

Il vantaggio del gel è che dona alle unghie una robustezza, una durata e bellezza unica.

Gli svantaggi di questo tipo di trattamento sono, a differenza del semipermanente, il costo maggiore e il tempo di realizzazione che sarà più lungo.

Condividi:
Visita il nostro shop
Articoli Recenti