logo

Smalto semipermanente in gravidanza: cosa dicono gli esperti?

Smalto semipermanente in gravidanza: cosa dicono gli esperti?

Sei in dolce attesa? Le cose sono cambiate e oggi lo stato di gravidanza non è più vissuto come una malattia ma come uno dei momenti più belli della vita di una futura mamma; questi mesi li ricorderai per sempre e probabilmente, anche complici i social, avrai il desiderio di immortalare i momenti più speciali così da condividerli e averli a disposizione per sempre.


Il numero di set fotografici maternity è in forte aumento e per poter realizzare scatti iconici come quelli con le mani sul pancione, le mamme vogliono apparire al meglio magari realizzando una fantastica manicure… ma si può applicare lo smalto durante i mesi di attesa? E per quanto riguarda il semipermanente


È sicuro usare lo smalto in gravidanza?

In una intervista su The Wom, la Dottoressa Ginevra Salsi specializzata in ginecologia ha evidenziato come la letteratura medica dichiari come nocivo l’utilizzo dello smalto durante i mesi di gestazione, soprattutto in presenza di sostanze come formaldeide, toluene e DBP. La stessa dottoressa ha però spiegato che la quantità presente non è affatto così alta a livello di concentrazione e che quindi non dovrebbe essere considerato tossico per il feto. 

A maggior ragione le future mamme possono stare tranquille dato che l’Unione Europea ha bandito la formaldeide dalla formulazione di tutti i prodotti legati alla cosmetica e non solo in quelli legati al mondo delle gravidanze.


Puoi usare lo smalto semipermanente in gravidanza? 

E’ il caso di smascherare i cosiddetti “Falsi Miti”: le unghie si possono ricostruire in sicurezza! Nonostante si senta spesso affermare il contrario, le unghie in gravidanza possono essere ricostruite, laccate con il semipermanente o lo smalto tradizionale, l’importante è farlo con qualche accortezza. 


Se le unghie non sono danneggiate ma sono sane, non ci sono controindicazioni in quanto il prodotto applicato rimane in superficie senza penetrare all’interno degli strati superficiali della lamina ungueale.


Se la gravidanza è fisiologica, cioè a basso rischio, potete stare tranquille perché non ci sono svantaggi anzi prendersi cura delle proprie unghie è un modo per sentirsi bene con se stesse per tutta la durata dei 9 mesi di attesa. Presta attenzione ad utilizzare prodotti professionali, sicuri e testati.


A causa degli sbalzi ormonali che possono manifestarsi, le unghie possono risultare fragili, deboli, e possono verificarsi sollevamenti frequenti dei prodotti applicati. In questo caso le professioniste del settore dovrebbero consigliare le proprie clienti ad un breve periodo di stop per poi riprovare in seguito. 


Fino a che mese si può utilizzare?

A fine gravidanza la futura mamma dovrebbe chiedere all’ospedale se le unghie sono richieste naturali. In questo caso la professionista del settore può proporre una copertura trasparente. E’ comunque consigliato non applicare nessun colore di semipermanente perché lo stato di salute della neo mamma deve essere monitorato costantemente tramite il saturimetro, un piccolo strumento che va applicato sull’unghia e che riscontra difficoltà di monitoraggio se l’unghia è ricoperta da un colore scuro o se lo strato di smalto risulta essere troppo spesso.

Un suggerimento che diamo a tutte le donne in gravidanza è quello di continuare a prendersi cura delle proprie unghie nei primi mesi di gravidanza rivolgendosi alle estetiste, onicotecniche di fiducia e non improvvisarsi da sole a fare una ricostruzione o un semipermanente e di utilizzare solo ed esclusivamente prodotti professionali e sicuri.

Condividi:
Visita il nostro shop
Articoli Recenti